A chi ci rivolgiamo

/A chi ci rivolgiamo
A chi ci rivolgiamo 2020-01-20T15:15:09+02:00

I gruppi di destinatari del progetto sono::

I professionisti DevOps delle Smart cities, disoccupati o impiegati nelle grandi città: più di 700 utilizzeranno il MOOC (aperto a tutti) mentre 100 si iscriveranno al corso di formazione specialistica.
Essi potranno migliorare le loro competenze digitali e trasferibili, acquisire esperienza lavorativa, aggiornare le loro capacità tecniche, adeguarsi ai nuovi sviluppi e a quelli in essere.
Allo stesso tempo conseguiranno un ROI dell’istruzione, acquisiranno una panoramica internazionale del settore e scambieranno esperienze con i loro coetanei che aumenteranno la loro possibilità di occupazione e le prospettive di carriera. Ciò migliorerà le condizioni per l’innovazione, la crescita e la creatività. I professionisti del settore DevOps delle smart cities saranno indirizzati attraverso organizzazioni di categoria e associazioni di smart cities.

Organizzazioni di categoria e associazioni delle smart cities: il progetto mira a migliorare il loro coinvolgimento a livello locale e nazionale, portando ad un aumento dei soci e al miglioramento dei servizi ai propri membri, stabilendo partnership internazionali, aumentando la visibilità a livello Europeo e adeguandosi tempestivamente ai cambiamenti futuri utilizzando strategie di sviluppo. Questi soggetti sono già coinvolti e, attraverso l’adesione alla rete e gli eventi internazionali, e se ne prevede un significativo aumento.

Fornitori di IFP: otterranno un vantaggio a livello strategico sfruttando le necessità di competenze e le offerte formative a livello nazionale ed Europeo. Ciò consentirà loro di adattarsi alle reali esigenze settoriali locali e nazionali del mercato del lavoro, di stabilire legami con le smart cities , di partecipare a scambi transnazionali di piani di studio comparativi, ampliando così la platea di partecipanti, di avere accesso a un archivio di OER digitali e di strumenti e metodologie innovative nell’erogazione della formazione, arricchendo così la loro offerta formativa nel settore culturale.

Autorità: Le Autorità Europee acquisiranno informazioni importanti per ESCO, eCF, EQF, ECVET e EQAVET in un settore in evoluzione costante, mentre le autorità nazionali riceveranno anche contributi per l’elaborazione/adeguamento delle politiche e delle pratiche a livello nazionale. Esse saranno coinvolte attraverso eventi specifici mirati.

I politici, gli enti per l’occupazione e la certificazione: diventeranno tempestivamente consapevoli dei profili professionali emergenti, saranno informati sulle prospettive settoriali che possono rivelarsi utili per lo sviluppo di NQF, ECVET e EQAVET a livello nazionale e per l’adozione di percorsi flessibili e pratiche di certificazione. La partecipazione avverrà attraverso eventi speciali mirati.

Il pubblico in generale: beneficeranno di una migliore qualità dei servizi e dell’esperienza dell’utente.

POST RECENTI